Skip to content

IL MEMORIAL MARIA CHIARA

11 maggio 2013

E’ stata organizzata anche quest’anno la Corsa per la Pace e per la Vita in ricordo di Maria Chiara Manfredini

di GIULIA CORONA e CAMILLA COCCA

Domenica 17 marzo 2013 si è tenuta l’ottava Corsa per la Pace e per la Vita in ricordo di Maria Chiara Manfredini.

La maratona non competitiva iniziava alle ore 10.00, ma il ritrovo era alle ore 9.15 davanti alla Scuola Primaria Olivelli; dopo aver percorso il Lungolago Zanardelli, i partecipanti si sono diretti verso il centro di Salò ritornando infine alla Scuola Primaria. La corsa era lunga circa 5 chilometri e si è svolta tra i 15 e i 50 minuti, a seconda delle differenti velocità degli iscritti.

Erano presenti circa 150 persone e moltissimi cani, anche loro vestiti. Al termine della corsa, durante la quale si poteva anche camminare, è stato organizzato un ristoro, in cui si poteva mangiare pane con la salamina e bere del tè caldo o acqua. Per chi avesse voluto fermarsi per il pranzo c’era un ottimo spiedo.

Ad ogni corsa i partecipanti hanno avuto la possibilità di acquistare delle magliette al costo di 3 euro l’una, il cui colore cambia ogni anno (quest’anno era viola). Sulla maglia era stampato il seguente messaggio: “Io corro per la pace e per la vita”. Questa frase è stata scelta per ribadire i diritti di ciascuno alla pace e alla vita.

La fiaccola olimpica è stata portata, stretta in pugno, dai giovani corridori e soprattutto dai bambini in onore della maratoneta Tegla Loroupe .

Maria Chiara, bambina di sette anni, nel settembre del 2005, durante una vacanza a casa dei nonni a Belvedere nel Vicentino, venne travolta dal trattore dello zio, che faceva retromarcia, e morì sul colpo. I genitori, Ennio e Gabriella, anche se affranti dalla perdita, vollero creare un’iniziativa per ricordare la loro figlia.

Il Memorial Maria Chiara ha lo scopo di raccogliere fondi per costruire scuole in Africa, in particolare nei territori acquistati da Tegla Loroupe nel West Pokot in Kenya. Queste scuole ospitano bambini orfani e abbandonati, vittime di maltrattamenti e di malattie come l’aids, e sono aperte dal 1° gennaio 2010.

Per la partenza e l’arrivo della gara è stata scelta la scuola Olivelli, che Maria Chiara ha frequentato per un anno e mezzo.

A questa iniziativa era presente Tegla Loroupe, che ha partecipato a molte maratone, tra cui quella di New York nel 1994, dove fu la prima keniota a stabilire il miglior tempo, ma ha corso anche a Berlino, Londra e Rotterdam. La sua passione per la corsa è nata quando all’età di sette anni cominciò a gareggiare nella sua scuola in Kenya.

Hanno contribuito a finanziare l’evento, oltre agli sponsor, gli Assessorati alla Cultura e allo Sport delle Amministrazioni Comunali di Salò, Gardone Riviera, Toscolano Maderno, Gargnano, Roé Volciano, Villanuova sul Clisi, Desenzano del Garda e la Comunità Montana Parco Alto Garda Bresciano e l’Istituto comprensivo Olivelli di Salò.

Noi partecipiamo da anni a questa iniziativa e la troviamo molto divertente e, anche se non abbiamo potuto conoscere Maria Chiara, perché eravamo di due anni più piccole, la portiamo comunque nei nostri cuori.

Arrivederci all’anno prossimo!

Annunci
One Comment leave one →
  1. emma permalink
    16 maggio 2013 12:25

    brave!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: