Skip to content

BENNIE: FINZIONE O REALTA’?

20 febbraio 2013

bennie

Continuano gli avvistamenti nel lago di Garda del mostro

di FRANCESCO ZANE e CESARE ZUANELLI

Era il 17 agosto del 1965 quando decine di turisti e passanti in prossimità della baia delle sirene, a Garda, assistettero ad un fatto straordinario:  di fronte agli occhi terrorizzati dei presenti, una gigantesca creatura acquatica, descritta come un serpente di colore marrone, lungo oltre 10 metri e provvisto di gobbe, affiorò e nuotò a lungo a pochi metri dalla riva.

La notizia creò enorme scalpore e girò su molti quotidiani per diverse settimane, poi a poco a poco, i giornali smisero di parlarne. Ma non smisero gli abitanti del lago, che da sempre vociferano dell’esistenza di “qualcosa” che abita le grotte subacquee negli abissi più profondi del lago, là sotto, dove la luce non riesce ad arrivare.

Lo storico Grattarolo ne parlava ancora nel ‘500 nella sua “Historia della Riviera Benacense”. Alcuni studiosi dell’epoca provarono ad entrare nelle caverne che si aprono sotto l’isola Borghese, ma riaffiorarono immediatamente, dopo aver visto creature mostruose e smisurate che lì avevano posto la propria tana. Esseri che erano ben conosciuti dai frati dell’antico convento che lì un tempo sorgeva, che li temevano a tal punto da non osar di avvicinarsi più all’acqua. Un altro storico, il Coronelli, tre secoli più tardi scriveva di oscure e misteriose voragini che inghiottivano i mal capitati che vi passavano sopra.

Ancora oggi continuano gli avvistamenti sul lago di Garda del mostro che è stato soprannominato “Bennie”, da Benaco.

Gli avvistamenti sono stati sempre in aumento dopo che la troupe televisiva di Italia 1 ha fatto delle immersioni per verificare antiche leggende; il programma era “Mistero”.

A questo punto le ipotesi possono essere tre: o queste persone scherzano (e in questo momento si stanno sbellicando dalle risate), o esiste davvero una creatura, oppure è partita la classica “psicosi collettiva da mostro”, iniziata appunto dopo la trasmissione del programma.

Il primo ad averlo avvistato è stato un gardesano di nome Walter C. che ogni tanto torna a Portese a trovare la mamma e racconta:” Era sabato 20 ottobre e, sfruttando il bel tempo, ero uscito  di prima mattina dal porticciolo di Dusano  Manerba, con un gozzo di un amico, per puntare verso il promontorio di San Fermo a pescare con la tirlindana. All’improvviso sono stato testimone di una scena che  mi atterrì e mi sconvolse. A meno di 20 metri da me l’acqua cominciò a ribollire paurosamente, e ho visto apparire quello che potrei descrivere come una testa e un collo sinuoso, che hanno compiuto un leggero arco sulla superficie, inabissandosi nuovamente e sollevando una grande massa d’acqua. L’aspetto e le dimensioni erano sconvolgenti”.

Walter C. parla di una testa lunga almeno 40 centimetri e un collo di un metro e mezzo, marrone e viscido.

Il suo racconto segue quello di un camionista di Riva del Garda mentre percorreva la 45 bis verso nord che avrebbe visto salire in superficie per un attimo un grosso, indefinibile animale.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Whicaaap permalink
    13 marzo 2013 18:33

    bellissimo….!!! =)

  2. stefano permalink
    20 marzo 2013 17:31

    BRAVI….COMPLIMENTI!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: