Skip to content

Scuola: Canada o Italia?

2 novembre 2010
by

di NINA ABERLEIN

 Gli studenti canadesi se la prendono facile? Quali sono le conseguenza della scuola là e qui?

Scuola: gli studenti italiani la considerano stressante, noiosa e “una rottura di scatole”. Ma nel resto del mondo come la pensano? Anche loro hanno condividono questa stessa opinione?

La routine di uno studente italiano è alzarsi la mattina, lavarsi, vestirsi, fare colazione, e andare a scuola. L’orario settimanale può essere articolato su cinque ore giornaliere o prevedere dei rientri pomeridiani. Terminate le lezioni scolastiche, lsi prosegue a casa dedicando tre o quattro ore allo studio e all’esecuzione dei compiti. I professori appaiono con le medie, le superiori e l’università. Per essere un docente di quel livello è necessario avere una laurea nella materia insegnata.

Ma non è così in tutto il mondo? No. In Canda, si fanno sei ore al giorno, dalle nove meno un quarto fino alle tre del pomeriggio, e il sabato non ci sono lezioni. Gli studenti, generalmente, dedicano quotidianamente all’incirca due ore ai compiti, si divertono insieme e si godono una vita facile. Forse, anche troppo facile.

Alle scuole medie e alle superiori ci sono ancore le “maestre” e i “maestri”, come alle scuole elementari; i professori sono solo all’università.

La quantità di studio che fa uno studente universitario canadese è poco più di quello che è richiesto a uno studente di scuola media italiano e le lauree non sono molto difficili da conseguire.

Il programma scolastico è molto diverso dal nostro: mentre qui ci si concentra sulle conoscenze e su lezioni per lo più frontali, in Canada si dà ampio spazio alla creatività e all’immaginazione degli studenti. Eppure, nonostante non abbiano avuto l’esperienza di lavorare duro negli studi, anche gli allievi canadesi hanno della scuola la stessa opinione che abbiamo noi.

 Gli studenti più bravi sono, tuttavia, gli stranieri che vengono dall’Asia o dall’Europa. Spesso, gli insegnanti si riferiscono a loro se hanno problemi con la lezione e questi alunni hanno il controllo della classe.

La conseguenza di questa vita facile? Beh, vivono vite molto normali, senza troppi problemi. Ma avete mai sentito di grandi scoperte fatte dal Canada? Io direi di no. Atleticamente non sono male: nelle Olimpiadi del 2010 di Vancouver hanno vinto moltissime medaglie d’oro; ma in cultura, scienza, arte e musica non sono famosi affatto. Le conseguenze del duro studio che facciamo noi italiani? Beh, è facile vederlo. Basta aprire un libro o guardarsi intorno: noi abbiamo avuto una enorme fetta nella storia del mondo. La nostra cucina è famosissima su tutta la Terra, come la pasta, il risotto e la pizza; siamo la terra di nascita di alcuni musicisti e cantanti più famosi che siano mai esistiti, come Luciano Pavarotti e Andrea Bocelli; abbiamo avuto Marco Polo, i Romani, Giacomo Leopardi e molte altre figure storiche che hanno rivoluzionato il mondo.

Adesso, pensi davvero così male della tua scuola?

La giornata “pancake” per i ragazzi di prima media. Nella foto sono presenti alunni della “sesta classe” e la preside della scuola Scott Creek

 

 

Annunci
7 commenti leave one →
  1. Ernestino... permalink
    5 novembre 2010 20:27

    … Bell’articolo, ma non è vero che si sono fatte molte scoperte in Italia, ora dovrebbe essere stata inventata una macchina che “cattura” la C02 proprio in Canada…
    Per quanto riguarda la musica il Canada è la patria di Glenn Gould, Bryan Adams, Joni Mitchell e non dimentichiamoci di Neil Young, Michael Buble, vincitore di 4 Grammy Awards e 9 dischi di platino, e Celine Dion, vincitrice di 10 Grammy Awards, 2 premi Oscar, 1 Eurofestival, che ha venduto circa 50.000.000 di dischi nella sua carriera. Anche Avril Lavigne da quanto ne so (non è che sia un’esperto di musica pop-moderna) è canadese.

    Non vedo il problema se uno studente capace non debba non insegnare ai sui compagni se è più competente dell’ insegnante… Ad esempio nelle nostre scuole abbiamo insegnanti di informatica un po’ troppo maturi per insegnare delle tecnologie moderne…

    Ti do ragione sul fatto che la cucina italiana è tra le migliori del mondo…

    Con questo ti saluto!!! E buona continuazione!!

    • Nina Aberlein permalink
      8 novembre 2010 15:15

      Grazie del commento, è molto apprezzato! Comunque sì, hai ragione, I canadesi hanno alcuni dei migliori musicisti contemporanei, però con “musica italiana” intendevo figure riconosciute in tutto il mondo come geni musicali. Del fatto che quel tipo di macchina fu inventata in Canada, beh, ti complimento che tu lo sappia, che io ho madre di quei luoghi, e neanche lei lo sapeva!

    • Nina Aberlein permalink
      8 novembre 2010 15:21

      Grazie del commento, è molto apprezzato! Comunque sì, il Canada è la terra natale di molti grandi musicisti contemporanei, ma con “musica italiana” intendevo figure riconosciute in tutto il mondo come geni musicali. Il fatto che quel tipo di macchina sia inventata in Canada, mi complimento che tu lo sappia, siccome non ne ero a conoscenza.
      Ma ciò non toglie che la cultura italiana ha un primato riconosciuto in tutto il mondo, e che noi italiani malati di esterofilia non sempre sappiamo riconoscerlo e apprezzarlo.

      Cordiali Saluti

  2. flaviano fogli permalink
    1 gennaio 2011 19:50

    Vivo da 10 anni in Canada. Laureato in Italia, Master in Canada. Affermare che la nostra scuola ed universita’ sono meglio e’ dire il falso.

    • 3 gennaio 2011 09:09

      ….. Sono solo le considerazioni di una tredicenne che ha potuto sperimentare le differenze tra il sistema scolastico italiano e canadese!!!

  3. paolo permalink
    14 giugno 2011 13:05

    Ho letto su altri blog/forum di alcune madri italiane trasferite in Canada che parlavano della scuola primaria per i figli. Da quanto ho capito si pensa molto al gioco, ai lavori di gruppo e invece poco allo studio teorico. In Italia sono stato abituato al contrario: compiti su compiti, un sacco di argomenti e debbo ammettere che, col sennò di poi, la crescità scolastica è stata molto facilitata perchè si mettono basi molto solide alle elementari. Sulle scuole superiori e l’università nutro dei dubbi, abbiamo troppe scuole dove le promozioni sono regalate (cosa che mi ha spinto quasi a smettere di studiare dato che bastava sapere quattro cose per prendere buoni voti) e un’università in cui i professori fanno un pò come gli pare (la metà non sa nemmeno insegnare). Secondo me la scuola elementare italiana è tra le migliori, ovviamente poi chi studia fa carriera, chi no niente.

    • paolo permalink
      14 giugno 2011 13:07

      Sulla cucina poi ho letto cose esilaranti: “la cucina italiana è buona solo se è fatta bene, sennò le cucine orientali sono anche meglio”. Ma va? E da quando la cucina si basa sui piatti cotti male?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: